Perchè voto sì – Ruben Toninelli

ruben-si

Votare Sì al referendum, non è solo un voto sulla costituzione, ma un voto su di noi, sulla nostra storia e sul nostro futuro.

Da quando sono nato, 24 anni fa, come un mantra ci viene ripetuto che il cambiamento è essenziale per poter far funzionare meglio il nostro paese, che bisogna riformare la costituzione per poter aprirci al futuro e poter interpretare al meglio i cambiamenti della società. Oggi abbiamo questa possibilità, finalmente, con una riforma che ridurrà i costi della politica, eliminerà il bicameralismo perfetto, renderà il cittadino centro della proposta legislativa e taglierà gli enti inutili. Pensiamo alle numerose proposte di legge che oggi giacciono senza speranza al senato, come la legge sul parlamento pulito o sulla legalizzazione delle sostanze stupefacenti, pensiamo ai grandi scandali di corruzione avvenuti nelle province o l’eternità che una legge impiega ad essere approvata dal parlamento, tutto questo potrà essere il passato.

Avremo uno stato che non dovrà più districarsi fra numerosi leggi o regolamenti diversi tra regioni e province, aiutando gli investimenti a radicarsi sul territorio, non più spaventati dalla mostruosa burocrazia. Le proposte di legge popolare saranno, finalmente, discusse obbligatoriamente dal parlamento.
Questa scelta ci darà, quindi, la possibilità di aprirci ad un futuro più dinamico e con le forze necessarie per poterlo governare.

Oltre che all’aspetto nazionale, questo referendum ci proietterà nell’ambiente Europeo, più forti. Grazie alla nostra capacità di cambiamento, potremo iniziare una stagione europea non più come spettatori, ma come coloro che possono dettare la linea, votata alla flessibilità e alla crescita europea, creando un’alternativa al rigorismo del nord che ha asfissiato fino ad ora l’Europa. Ci presenteremo da protagonisti in un periodo delicato per le nostre istituzioni comunitarie, le quali stanno vivendo tempi travagliati, con il populismo francese, olandese o tedesco che sta bussando alle porte e mina le sua basi. Ponendoci ad argine di queste derive l’Italia si ritroverà nella posizione decisionale che ci aspetta grazie alla rinnovata fiducia acquisita.

Votare Sì, quindi, per poter cambiare l’italia, per poter dare un futuro al paese, per poter far si che l’Italia ritorni ad essere l’esempio dell’innovazione e ad essere un leader mondiale economico e culturale.
Votare Sì, quindi, per poter cambiare l’Europa, per poter avere maggiori investimenti, più crescita, flessibilità e poter tornare ad una comunità unita, solidale e forte.
In poche parole, votare Sì per noi.

Posted in Opinioni

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>